WIKA

Sensori di temperatura

Sensori di temperatura WIKA

Per molti anni, WIKA è stata tra i principali produttori di strumenti di misura della temperatura industriali di alta qualità. Utilizzate gli strumenti di misura della temperatura di WIKA per la misura e il monitoraggio della temperatura delle vostre applicazioni. La nostra esperienza e conoscenza nella costruzione delle sonde di temperatura ci contraddistingue. Grazie a WIKA, le sonde di temperatura nella misura industriale sono essenzialmente divise secondo i seguenti gruppi:

Cos'è una sonda di temperatura?

Il termine sonda di temperatura, insieme a sonda di temperatura elettrica, descrive una unità formata da uno o più sensori di temperatura e una protezione specifica dedicata al tipo di utilizzo, che può essere, ad esempio,

  • una testa di connessione
  • un tubo di estensione
  • un pozzetto termometrico o
  • una impugnatura.

L’elemento del sensore costruito all’interno del sensore di temperatura prende la misura e converte la temperatura letta in un segnale elettrico.

Quando sono consigliati i sensori di temperatura con termocoppie?

I sensori di temperatura con termocoppie WIKA sono adatti alla misura di elevate temperature fino a +1.700°C. Le termocoppia sono realizzate con due diversi metalli che sono avvolti insieme in modo da formare la “termo coppia” vera e propria. Il punto di contatto (giunto caldo) rappresenta il punto di misura del sensore di temperatura, mentre l’estremità dei fili è definita come giunto freddo. Quando si verifica una variazione di temperatura sul punto di misura del sensore, grazie alla diversa densità degli elettroni dei metalli e della differenza di temperatura, tra il giunto caldo e il giunto freddo si genera una tenzione elettrica. Essa è approssimativamente proporzionale alla temperatura del punto di misura del sensore (effetto Seebeck).

Il ridotto diametro della termocoppia con guaina di protezione di un sensore di temperatura consente un tempo di risposta più rapido rispetto a quello di una termoresistenza.

Come funziona il sensore di temperatura di una termoresistenza Pt100/Pt1000?

Una termoresistenza Pt100/Pt1000 ha il suo punto di forza nella misura della temperatura nel campo di -200 … +600°C. Nel settore industriale, si utilizzano principalmente resistenze di misura Pt100 o Pt1000. Se il sensore della sonda rileva un incremento di temperatura, allora aumenta anche il valore della sua resistenza (coefficiente di temperatura positivo). La resistenza di una termoresistenza Pt100 a 0 °C è di 100 Ohm, mentre per una termoresistenza Pt1000 è di 1.000 Ohm. Per ulteriori informazioni guardate il nostro video "Come funziona una termoresistenza?" | Termoresistenze secondo la norma IEC 60751".

Quali tipi di resistenze di misura ci sono nei sensori di temperatura?

Di base esistono due tipi principali di resistenza di misura per le sonde di temperatura: resistenze a film sottile e resistenze a fili avvolti.

I vantaggi delle resistenze a film sottile sono la loro piccole dimensione complessiva e la elevata resistenza alle vibrazioni grazie alla corretta costruzione del sensore. Le resistenze a film sottile rappresentano l’esecuzione di tipo standard del sensore, purché non siano escluse come risultato del loro campo di temperatura (campi di misura per i sensori con classe di precisione B: resistenza di misura a film sottile -50 … +500 °C, resistenza di misura a fili avvolti -200 … +600 °C). In questo modo, le resistenze di misura a filo avvolto presentano vantaggi nei campi di temperatura bassi e medi.

Quando è opportuno utilizzare le sonde di temperatura per la misura superficiale?

TR50_de-de

Le sonde per la misura superficiale della temperatura sono adatte alla misura senza contatto della temperatura sulle superfici di recipienti o tubi. Sono progettate come termoresistenze (TR50) o termocoppie (TC50). Queste ultime consentono di misurare con precisione temperature estreme comprese tra -40 e +1.200 °C. Entrambe le varianti sono disponibili con protezione antideflagrante.

Le sonde di temperatura per la misura superficiale sono caratterizzate da un'installazione senza problemi senza pozzetti termometrici. Il montaggio sui serbatoi avviene mediante un blocco di contatto saldato o avvitato che contiene la sonda di temperatura. Per il fissaggio alle tubature, è adatta la variante con cinghia di serraggio. Come ulteriori attacchi al processo, sono disponibili rondelle alesate centralmente e piastre di saldatura metalliche. Per condizioni ambientali specifiche, i cavi di collegamento delle sonde di temperatura per la misura superficiale possono essere forniti con materiali isolanti speciali. L'estremità del cavo può essere consegnata pronta per il collegamento o con spina montata (opzionale) o con una custodia da campo.

FAQ
FAQ

E' possibile tarare le sonde di temperatura elettriche?

Non è possibile tarare le termoresistenze (ad esempio gli inserti di misura).
Siccome le sonde di temperatura elettriche sono solitamente collegato allo strumento di misura o a quello di prova, è solo possibile tarare l'intera catena di misura.
Gli ... Scopri di più